Print Mail Pdf

[AAS 108 (2016) 584-585] 

SEGRETERIA DI STATO

 

RESCRIPTUM EX AUDIENTIA SS.MI



De nonnullis immutationibus Statutorum Comitatus pro nummaria securitate.

(Modifiche allo Statuto del Comitato di Sicurezza Finanziaria)

 

Il Santo Padre, nell’udienza concessa al sottoscritto Cardinale Segretario di Stato il giorno 14 marzo 2016, si è degnato di approvare le seguenti Modifiche allo Statuto del Comitato di Sicurezza Finanziaria ordinandone la promulgazione, oltre alla pubblicazione negli Acta Apostolicae Sedis, mediante affissione all’Albo posto nel cortile di San Damaso, e disponendo che entri in vigore immediatamente.

 

Dal Vaticano, 4 Aprile 2016

 

+ Pietro Parolin

Segretario di Stato

 

Il Santo Padre Francesco, considerata l’opportunità di rafforzare ulteriormente il Comitato di Sicurezza Finanziaria stabilito con il Motu Proprio per la Prevenzione ed il Contrasto del Riciclaggio, del Finanziamento del terrorismo e della proliferazione di armi di distruzione di massa, dell’8 agosto 2013, si è degnato di approvare le seguenti modifiche allo Statuto del summenzionato Comitato:

 

Articolo 1

Il testo dell’articolo 1 dello Statuto del Comitato di Sicurezza Finanziaria è integralmente sostituito dal seguente:

 

“Articolo 1 — Composizione.

Il Comitato di Sicurezza Finanziaria è composto da:

a) l’Assessore per gli Affari Generali della Segreteria di Stato, che lo presiede;

b) il Sotto-Segretario per i Rapporti con gli Stati;

c) il Segretario Generale del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano;

d) il Prelato Segretario Generale della Segreteria per l’Economia;

e) il Promotore di Giustizia presso il Tribunale dello Stato della Città del Vaticano;

f) uno dei Revisori aggiunti dell’Ufficio del Revisore Generale;

g) il Direttore dell’Autorità di Informazione Finanziaria;

h) il Direttore dei Servizi di Sicurezza e di Protezione Civile del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano;

i) il Comandante del Corpo della Guardia Svizzera Pontificia.

 

Articolo 2

Al testo dell’articolo 3 dello Statuto del Comitato di Sicurezza Finanziaria, “Sedute”, sono aggiunti, in fine, i seguenti tre paragrafi:

 

“8) I membri possono essere accompagnati alle sedute da esperti dei propri uffici

9) Qualora un membro si trovi nell’impossibilità di partecipare ad una seduta, egli può essere sostituito, previa comunicazione al Presidente, da un ufficiale del proprio ufficio.

10) Il Presidente, sentiti i membri può nominare un attuario per la verbalizzazione delle sedute.”